AxiCom e Qant presentano “Qant CES Report 2023”, il primo reportage giornalistico redatto da intelligenza artificiale

Primo nel suo genere, questo lavoro è il risultato di un’iniziativa orientata al futuro, progettata per dimostrare il potenziale dell’IA al servizio del giornalismo, svelando al contempo le ultime notizie e tendenze tecnologiche

Qant, la prima newsletter professionale francese interamente scritta e illustrata da robot, e AxiCom, unica global technology specialist communications agency del gruppo WPP, annunciano l’uscita del “Qant CES Report 2023”, il primo reportage scritto da un’intelligenza artificiale. Redatto e recensito da due giornalisti di Qant, il testo riassume il più grande e influente evento tecnologico del mondo, il Consumer Electronics Show 2023 (CES).

Disponibile in inglese e francese, il report è il risultato di un progetto senza precedenti, avviato nell’ambito di un approccio orientato all’innovazione futura, che mira a testare i limiti dei nuovi strumenti di intelligenza artificiale sottoponendoli a stress test su larga scala. L’esperimento riunisce il meglio dei due mondi: la tecnologia IA e l’esperienza e la credibilità di esperti giornalisti.

“Con Qant stiamo gradualmente sviluppando tecniche per facilitare il lavoro dei giornalisti. Dopo servizi giornalistici e reportage, stiamo sperimentato tramite IA nuove metodologie per gestire interviste, servizi a distanza, analisi… o addirittura, come in questo caso, comporre lunghi testi. Un domani l’intelligenza artificiale potrà perfino scrivere dei libri”, dichiarano Jean Rognetta e Maurice de Rambuteau, giornalisti di Qant.

“Oltre a rappresentare un approccio estremamente innovativo alla copertura mediatica del CES, l’evento tecnologico più grande e rilevante del mondo, che mette in mostra le ultime innovazioni del settore, questo report dimostra le possibilità senza precedenti di sfruttare le tecnologie IA se padroneggiate e curate da esperti”, prosegue François Gobillot, Managing Director di AxiCom Francia e Benelux. “Apre la strada all’integrazione controllata dell’IA e dei Large Language Model nei processi aziendali e offre un caso d’uso pratico ai professionisti che cercano di capire come sfruttare al meglio entrambi i modelli”.

Le tendenze tecnologiche “next gen” in un batter d’occhio

Con approfondimenti dedicati a ciascuna categoria e con una presentazione esaustiva delle innovazioni, il report fornisce numerose idee e si pone come fonte solida, dettagliata e stimolante per i professionisti del settore, marketer, consulenti o analisti, che troveranno sia una panoramica di ogni categoria che informazioni dettagliate sui prodotti. Il tutto in un mix di produzione giornalistica diretta e mediata dall’intelligenza artificiale.

Gli aspetti rilevanti per i media

“Come tutte le innovazioni altamente dirompenti, la crescita esponenziale dell’IA generativa e l’ascesa di piattaforme linguistiche come ChatGPT o Bard creano reazioni contrastanti, in cui sfiducia ed entusiasmo si mescolano all’attuale eccitazione mediatica”, spiega Jean Rognetta, caporedattore di Qant e autore del rapporto insieme a Maurice de Rambuteau. “L’eccessivo clamore alimenta la paura della fine di un’epoca, prevedendo un’altra grande sostituzione: quella degli esseri umani con le macchine. La potenziale scomparsa del giornalismo come lo conosciamo è esagerata, in quanto il crescente aumento di fake news significa che il mondo avrà bisogno di più giornalisti, non di meno”.

Le conclusioni principali del lavoro evidenziano il ruolo chiave che i giornalisti continuano a svolgere nel processo di produzione dei contenuti e condivisione delle informazioni. L’interazione umana sul campo, le indagini, le interviste e la ricerca sono tutti elementi che continuano a essere fondamentali per discernere la verità dal falso, soprattutto ora che l’intelligenza artificiale è alimentata da una moltitudine di contenuti provenienti da Internet, comprese le pagine in cui l’accuratezza del contenuto potrebbe essere discutibile.

Guida all’utilizzo

Con capacità quasi illimitate e un uso professionale crescente, l’IA si trova ancora in una fase iniziale. Infatti, l’intelligenza artificiale generativa non è ancora in grado di modificare le regole e le pratiche di molti settori. La regolamentazione dal punto di vista del diritto è il prossimo punto all’ordine del giorno, in quanto i dibattiti iniziano a infuriare su questioni come copyright, generazione di immagini, protezione degli artisti e, naturalmente, fake news. Gli strumenti di intelligenza artificiale sono già stati citati in giudizio per diverse violazioni, segnando probabilmente l’inizio di una lunga serie di episodi. Al di là della mera produzione di informazioni, è in gioco il futuro di molti settori lavorativi. Il Qant CES Report 2023 è una prima risposta a una vasta gamma di domande e rappresenta una pietra miliare per il futuro del giornalismo.

Nota per i redattori: 

Il lancio di ChatGPT il 30 novembre ha attirato l’attenzione sulla potenza dell’intelligenza artificiale generativa; lo strumento ha attirato un milione di utenti in cinque giorni e 100 milioni in sei settimane. Tali modelli sono ampiamente considerati come la prossima generazione di strumenti di ricerca e produzione di contenuti e possono ora creare non solo testo e codice, ma anche immagini, musica e voce. Si stanno rapidamente espandendo al 3D, ai video, ecc.    

Per scoprire fino a che punto questi nuovi strumenti possono spingersi, AxiCom ha collaborato con un team di esperti giornalisti della rivista Qant, la prima newsletter tecnologica interamente redatta e illustrata con modelli linguistici di grandi dimensioni come GPT-3.5, ossia il modello ChatGPT sottostante.

AxiCom 

Fondata nel 1994, AxiCom è l’agenzia di comunicazione globale per i marchi tecnologici e per i marchi con una storia tecnologica. Combina una profonda esperienza tecnica con dati e creatività per guadagnare il posto di un marchio nel business e nella cultura.  AxiCom fa parte di BCW Group ed è l’unica agenzia specializzata in PR tecnologiche del gruppo WPP (NYSE: WPP). 

Qant

Qant è la scommessa di due giornalisti di accompagnare il futuro dei media con le tecnologie, rimanendo così all’avanguardia, in particolare con l’IA generativa, la realtà virtuale e aumentata, il metaverso e il Web3, ma anche l’informatica quantistica.

Qant è la scelta di utilizzare sistematicamente modelli di intelligenza artificiale per scrivere e illustrare articoli che sono ancora progettati e redatti da esseri umani. Scrivere con l’intelligenza artificiale, come con un word processor o una macchina da scrivere, senza sostituire gli esseri umani con i robot.

Qant è anche una newsletter quotidiana gratuita, che copre le notizie tecnologiche dal lunedì al giovedì e in più, ogni venerdì, un riassunto della settimana. È possibile iscriversi a questo link: https://qant.kessel.media/posts?landing=true