Giugno 19, 2021

Come validare una startup

Validare una startup significa cercare di capire se quell’idea che abbiamo in testa può diventare qualcosa di concreto e di tangibile. A volte per farlo è necessario approfondire i tanti aspetti che caratterizzano l’avvio di un’attività, proprio per essere certi che il processo da seguire è quello giusto.

Validare una startup

Innanzitutto occorre partire dall’inizio, chiedendosi se il settore di interesse è quello più consono alle proprie capacità. L’area di interesse sembra scontata ma non è così: potresti essere più portato per un’attività e meno per un’altra. In verità se già conosci il tuo ambito lavorativo potresti essere avvantaggiato nello sviluppare la tua idea. Naturalmente puoi creare da zero un nuovo business, magari con grande successo, come molti hanno fatto prima di te.

Il secondo passo è quello di capire se ciò che vuoi creare interessa qualcuno, per devi fare una sorta di ricerca di mercato. Per farlo puoi sondare il terreno online visto che la rete ti darà risposte abbastanza certe circa la richiesta del potenziale mercato. Lo dovrai fare utilizzando i tanti strumenti rivolti al SEO che internet offre, quasi tutti a pagamento. 

Il passo successivo è quello relativo alla gestione delle spese di una startup. Quello dell’economia aziendale è forse l’aspetto più complicato, se non sei già pratico di questo aspetto. Dovrai pensare a come collocare il prodotto o il servizio che vuoi vendere all’interno del mercato, attribuendogli un prezzo, tenendo conto naturalmente dei costi che dovrai sostenere. L’importante è calcolare il margine di profitto lordo che otterrai, che dovrebbe essere sempre superiore al 50% in modo da avere la certezza che i ricavi siano ampiamente al sicuro e i costi non siano troppo elevati. Il consiglio è quello di iniziare con una base di clienti anche piccola in modo da capire bene il funzionamento della tua attività.   

Anche un’analisi della concorrenza è molto utile per capire come funzionano le cose e come ci si muove sul mercato. Attraverso l’analisi SWOT, relativa alla pianificazione strategica, potrai comprendere meglio la visione dell’ambito in cui si può inserire il tuo prodotto. Se avvii una startup dove la concorrenza è relativamente bassa avrai più opportunità di emergere rispetto ad un mercato già saturo dove è difficile farsi notare.

Infine è giunto il momento di affrontare il mercato, non prima di aver ben chiaro cosa vuoi ottenere da questa startup e quali sono le possibilità concrete per questa nuova attività. Non dimenticare di analizzare le tue competenze e gli obbiettivi che ti sei prefissato. 

Comments

comments

Powered by Facebook Comments