Archivio dell'autore: admin

PewDiePie, lo youtuber che ha trasformato la sua passione in lavoro

24

PewDiePie è una sorta di istituzione tra i gamers, un ragazzo svedese che può essere considerato il vero pioniere degli youtubers videogiocatori. PewDiePie, alias Felix Arvid Ulf Kjellberg, è stato tra i primi ad adottare la cosiddetta tecnica del “Let’s Play Video”, con la quale il ragazzo in tempo reale gioca a dei videogames condividendo la sua esperienza di gioco, con commenti personali molto giovanili che gli consentono di empatizzare col pubblico prevalentemente di adolescenti. Si stima che il suo reddito annuale oscilla tra i 5 mila ed i 15 milioni di dollari, una cifra “monstre” considerando che sono semplici videogiochi.

PewDiePie ha ispirato tanti ragazzi in tutto il mondo, anche in Italia, dove il settore del gaming è molto sviluppato. Tra i più importanti possiamo citare Cicciogamer89, che arriva a caricare fino a 3 video al giorno dopo aver provato vari tipi di videogioco; St3pNy, uno youtuber videogamer che deve il suo successo alla simpatia ed alla costanza con cui carica i video; Luca Denaro, meglio noto nel settore come “ilvostrocaroDexter”, che è diventato uno degli youtuber più seguiti tra i gamers; Favij, che ha acquisito successo rivelando trucchi e segreti per superare determinati giochi.

Il guadagno di questi youtubers può variare notevolmente, per una cifra che oscilla tra i 150 mila euro e gli 800 mila euro annuali. Non fatevi però abbagliare da queste cifre, poiché devono anche essere condivise con le aziende, le pubblicità e naturalmente Youtube. Occorre costanza, pazienza, bravura e naturalmente un po’ di fortuna che non guasta mai.

Se state pensando di lanciarvi in questo modo per diventare youtubers professionisti di videogiochi, monetizzando la vostra passione, come componenti hardware dovete procurarvi ovviamente un computer, un buon headset (cuffie + microfono) ed un’ottima tastiera gaming. Come software di editing per registrare vi suggerisco Power Director, Sony Vegas Pro, Final Cut Express, Adobe Premiere Elements e After Effects. Invece come software di screencast, cioè per la registrazione digitale dell’output dello schermo, vi consiglio per il pc: Dxtory, Fraps, Bandicam e PlayClaw. Come software screencast per la console sono invece indicati: HD PVR, Elgato Game Capture HD, AverMedia Game Live Portable e AverMedia Game Capture HD.

Fotografo di matrimoni: su cosa investire

La categoria dei professionisti del wedding photography è molto inflazionata. Esistono numerosi professionisti che cercano di imporsi sul mercato e ritagliarsi una fetta più grossa del business disponibile. Ma per ottenere successo come fotografo di matrimoni servono le mosse giuste. Soprattutto online. A partire dalla scelta delle singole tecniche di Seo da utilizzare.

Se l’obiettivo di un professionista è quello di costruirsi una buona professionalità e farlo sapere al mondo, allora la SEO è la tecnica migliore per farlo. Senza trascurare l’importanza della pubblicità, è bene chiarire come le campagne simili a quelle SEM, ossia gli annunci a pagamento su Google Adwords, servono solo a procacciare clienti nel breve periodo, ma non aggiungono niente alla visibilità di un professionista. Per costruirsi una buona posizione on line occorre partire dal proprio sito e dal suo posizionamento sui motori di ricerca. Investire nella scelta di un buon esperto SEO dunque dà i maggiori risultati nel tempo. Con tecniche aggiornate e modi sempre nuovi per inserire le keyword a tutto vantaggio della migliore visibilità di un professionista sul web.

Dopo aver creato un sito web d’eccezione ed essere riusciti a piazzarlo tra i primi posti sui motori di ricerca non vi resta che iscrivervi ai siti dedicati a mondo degli sposi (come Matrimonio.com) affinché sia i professionisti che i potenziali clienti sappiano che operiate in una determinata città, vi riconoscano e parlino di voi. Non solo, ma sarà allora che arriveranno le prime richieste di preventivi e che gli utenti esprimeranno dei giudizi condivisi sul vostro operato.   

Infine rimane da valutare la possibilità facoltativa di utilizzare le campagne sponsorizzate sui social network . Potrete creare dei post sponsorizzati su Facebook che rimandino al vostro sito web e spingano gli utenti a richiedervi un preventivo online.  

Come proporsi come fotografo di matrimoni

Il settore della fotografia negli ultimi anni è molto cambiato. Si è persa, anche per via della crisi, l’immagine del fotografo tutto fare con il suo piccolo studio di fotografia comprensivo di negozio nei centri storici delle cittadine. Si è invece venuta affermare l’immagine di un fotografo freelance, ovvero indipendente, ed altamente specializzato. In questo panorama dell’altissima specializzazione una categoria che non sembra conoscere crisi è quella del fotografo matrimonio.

Per prima cosa è fondamentale la formazione, sia teorica che pratica. Per far pratica, prima di lanciarvi nell’avventura di fotografo di matrimonio freelance, potreste proporvi come assistente di un fotografo già quotata al fine di carpire i segreti del mestiere. Come dire, fate un po’ di gavetta con gli esperti del settore.

Dopo di che è fondamentale cominciare a farsi conoscere. Prima di tutto cercate di stabilire contatti con altri professionisti del settore wedding: wedding planner, ristoranti, location e via dicendo. Cominciate insomma a fare un po’ di “networking”.

Quindi passata all’autopromozione puntando soprattutto su internet. I fotografi di matrimoni infatti attualmente ottengono il 70-80% degli ingaggi attraverso il web,  solo il 20% dalla promozione offline e dal passaparola.

Per prima cosa attivatevi per creare il vostro primo sito web. Vi occorrerà creare un sito in stile portfolio, in cui sia data la maggior importanza possibile alle gallery con le foto con i vostri migliori lavori. Questo sito dovrà essere modificabile in autonomia, responsive ovvero correttamente visualizzabile sui dispositivi mobili ed ottimizzato per i motori di ricerca. Su questo sito dovrà essere chiaro soprattutto come ingaggiarvi o richiedervi un preventivo.

Dopo aver creato e popolato il vostro sito portfolio, cominciate ad iscrivervi alle principali directory per fornitori del mondo wedding. Un esempio? Matrimonio.com che è una risorsa a pagamento che per contro da un’altissima visibilità, aumenta le possibilità di ricevere delle richieste di preventivo online e permette di costruirsi nel tempo una reputazione online grazie al sistema di recensioni.

Non dimenticate l’importanza dei social networks. Un fotografo di matrimonio dovrebbe puntare in particolare su Facebook, Instagram e Pinterest. Questi canali consentono di fare dell’ottimo customer care e di mostrare i propri lavori migliori.

Frasi-aforismi.it: come si diventa sito di successo

Non tutti sanno che oggi, nel 2016, far crescere un sito web non è affatto facile. La concorrenza è tanta e non è facile ottenere grandi risultati, ancora di più trattando un argomento sul quel esistono portali di migliaia di pagine che esistono dagli albori di internet, ovvero da quasi 20 anni.
Frasi-aforismi.it è un progetto editoriale curioso e simpatico: l’obiettivo è quello di riportare frasi, aforismi, citazioni, battute, barzellette, indovinelli, e tanto altro ancora che riguardi i temi più disparati.
Si va infatti dal tema della famiglia, a quello sempre molto cercato degli auguri in occasioni di eventi piacevoli (anniversari, compleanni, matrimoni, fidanzamenti ecc.); si va dalle condoglianze in occasioni tragiche, alle battute più esilaranti di attori, comici e scrittori; si va dalle barzellette, battute, freddure, colmi, agli indovinelli e ai rompicapo; si va dagli insulti e le parolacce (divisi per ciascuno dei dialetti più parlati in Italia, a quelle delle lingue più diffuse al mondo); si va dagli aforismi di intellettuali, pensatori, scrittori, imprenditori, sportivi, alle frasi dei più bei film; si va dalle frasi delle discipline sportive più amate e praticate alle frasi dedicate alle città più amate d’Italia e del mondo (Roma, Napoli, Firenze, Venezia, Genova, Palermo, Milano, Torino, ma anche Amsterdam, Londra, Parigi, New York, ecc.).
Ebbene andando a scorrere le statistiche del sito web dedicato a frasi e aforismi, ciò che balza all’occhio è la crescita vertiginosa delle visite, passate nell’arco di un solo anno (da ottobre 2015 a ottobre 2016), dai 1000 unici al giorno fino a sfiorare i 5000. Un risultato che si è quintuplicato!
Osservando con attenzione il grafico delle statistiche relative a questo sito non si può non pensare che questa crescita è destinata a continuare. Anche perché il sito è vivo e quotidianamente possiamo notare un nuovo aggiornamento, un post, alle volte 2 in più.  
 

 

I dati anagrafici in formato elettronico nella nuova carta d’identità

Se n’è sentito parlare tanto, e ora pare che sia molto prossima alla realtà: secondo la circolare 10/2016 del Ministero dell’Interno, la carta d’identità elettronica potrà essere chiesta a partire dal quattro luglio. I cittadini che faranno domanda per averla si troveranno, così, i propri dati anagrafici in formato digitale, invece che cartaceo.

 

Uso

La nuova forma del documento d’identità servirà a mostrare i dati anagrafici del proprietario e potrà essere usata anche per viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea e in quelli in cui l’Italia ha stretto accordi specifici.

 

Richiesta

Per chiedere la carta d’identità elettronica bisogna andare al Comune di residenza o dimora, se si tratta del primo rilascio, in caso che quella cartacea sia rotta, danneggiata, persa o rubata. In più, le persone maggiorenni possono esprimere il proprio consenso o rifiuto alla donazione di organi e tessuti dopo la morte.

 

Organizzazione

Le sedi comunali saranno dotate di postazioni informatiche tramite cui registreranno i dati anagrafici del cittadino, da trasferire poi nel nuovo documento elettronico.

Quando queste postazioni saranno attive, nella fase sperimentale del progetto l’ente rilascerà la carta d’identità elettronica e non si potrà più emettere quella cartacea, né quella elettronica originaria. Tutti i documenti di identità rilasciati prima dell’emissione di quello elettronico definitivo resteranno validi fino alla loro scadenza.

 

Tempi

Dalla richiesta, la carta d’identità elettronica è consegnata entro sei giorni lavorativi all’indirizzo fornito dal cittadino, o presso la sede Comunale di riferimento.

 

Friul Wood House la nuova realtà nel mondo delle case in legno

Chi cerca un partner di rifermento per la realizzazione di case in legno ad Udine e nel resto del Friuli da oggi può contare sulla professionalità e sulla competenza di Friul Wood House.

Optare per una casa green consente prima di tutto di avere una casa salubre che necessità di una limitatissima manutenzione. Ma oltre a questo i fattori che conquisteranno maggiormente i privati sono quelli legati all’efficienza termica ed energetica delle case in legno. Le case in legno infatti grazie al loro ottimo livello di isolamento energetico permettono di abbattere sensibilmente i consumi legati all’utilizzo di luce e gas per il riscaldamento ed il condizionamento, con un conseguente sensibile risparmio sulle bollette mensili. In altre parole il risparmio energetico in termini di minor consumo mi consente di ammortizzare brevemente i costi per la realizzazione della casa stessa.

Senza dimenticare gli aspetti connessi all’ecosostenibilità.

Le case in legno di Friul Wood House sono ispirate ai criteri della bioedilizia, cercando di utilizzare per lo più materiali di origine naturale e biologica, limitando al massimo il livello di risorse energetiche utilizzate ed il quantitativo di rifiuti prodotti.

Non tutti inoltre sanno che le case in legno vengono realizzare attraverso legname ottenuto da un processo di taglio selettivo e non di disboscamento indiscriminato. In altre parole gli alberi abbattuti sono sempre i più vecchi, quelli che per la veneranda età hanno ormai un processo di fotosintesi clorofilliana ormai limitato che non apporterebbe alcun beneficio all’ambiento rispetto alla produzione di ossigeno. Con questa attività di taglio selezionato si ha modo di rigenerare boschi e foreste, affinchè siano un vero polmone verde.

La competenza di Friul Wood House nell’ambito degli immobili in legno può essere applicata a villette singole o bifamiliari, edifici a più piani ma anche ad ampliamenti di edifici preesistenti e ristrutturazioni di una certa entità.