BIT, Turismo 2.0: le prospettive e le sfide viste da una startup

Weekend-a-gogo, la startup italiana che vuole cambiare il modo di organizzare un weekend o una vacanza breve, mettendo in comunicazione gli utenti tra di loro e con chi propone pacchetti.

Secondo la Borsa Internazionale del Turismo, nel 2013 il settore dei viaggi ha superato a livello globale la soglia di un miliardo di clienti, con un dato in salita del 5% anno su anno. Anche l’outlook è positivo, visto che per l’anno in corso ci si attende un ulteriore salita di 4-5 punti percentuali. Non solo: Google Travel sottolinea che nel 2013, l’87% dei viaggiatori ha pianificato la propria vacanza utilizzando internet. Che si prenoti online o si reperiscano sul web le informazioni per partire, il dato di fatto è che la partita sarà in futuro sempre più legata alla rete. In questo scenario, le piattaforme di prenotazione online si “danno battaglia” e la componente innovativa diventa sempre più essenziale per spiccare.

In questo contesto, Weekend-a-gogo è primo e unico sito di social e-commerce di pacchetti weekend tematici unici e autentici, scelti o creati dagli stessi utenti e da esperti. La startup, con sede a Napoli, applica gli strumenti social allo specifico segmento dell’organizzazione del weekend: gli utenti registrati hanno la possibilità di trovare pacchetti weekend di varie tipologie, come quelli romantici, enogastronomici, sportivi, divertimento, scontati fino all’80% del prezzo grazie ai Wagg Coin, buoni sconto del valore di 1 euro utilizzabili in qualsiasi momento e per qualsiasi prodotto promosso sul sito. L’utente guadagna Wagg Coin in funzione delle sue azioni social e degli acquisti che effettua o fa effettuare agli amici.

 

Weekend-a-gogo ha ricevuto nell’estate del 2013 il supporto di un investimento da 450mila euro da Principia SGR per conto del Fondo Principia II.

La nascita di Weekend-a-gogo è stata supportata da Fastprototyping Lab, un innovativo modello per la progettazione e il lancio di startup, dove soci con esperienza consolidata maturata in vari settori mettono a punto e testano l’idea sul mercato con dei prototipi prima di trasformarla in una startup e ingaggiare il team imprenditoriale.

Vacanze corte: un settore in continua crescita

Nel travel, quello dei weekend o delle vacanze corte è uno dei pochi segmenti in continua crescita: secondo le stime di Phocuswright, nella sola Europa nel 2018 raggiungerà un valore stimabile in circa 36 miliardi di euro.

L’idea di Weekend-a-gogo nasce quindi dall’evidenza che sempre di più le abitudini di viaggio dei consumatori vanno nella direzione di vacanze frequenti, ma brevi, nonché dal fatto che, per questa tipologia di viaggi più che per altre, il pacchetto è la soluzione più stimolante e adatta.

L’organizzazione di un weekend è un’attività sociale per eccellenza: un’esperienza da vivere non solo con familiari e compagni, ma anche con amici o semplici conoscenti che si uniscono per l’occasione.

Weekend-a-gogo vuole esaltare le dinamiche di convivialità e socializzazione per tutti i 52 fine settimana che ci sono in un anno, offrendo anche soluzioni “chiavi in mano” per i weekend fuori casa, ovvero, pacchetti a tema (romantico, benessere & relax, enogastronomico, culturale, sportivo, ecc.) studiati per tutti i gusti e derivati da una profonda conoscenza del segmento da parte dei promotori della community.

Come funziona il mondo di Weekend-a-gogo

Weekend-a-gogo è un sistema distributivo di offerte di pacchetti weekend, che si alimenta grazie all’interazione social tra gli utenti del servizio e i fornitori di pacchetti turistici. Sulla piattaforma è possibile visualizzare le proposte più interessanti e originali del momento, ricercando il proprio pacchetto weekend in base alla tipologia, all’area geografica e alle date desiderate. Una volta scelta la propria meta è possibile prenotare direttamente dalla piattaforma.

Al termine del weekend, il cliente può poi postare un giudizio, nonché condividere la propria esperienza attraverso i social più noti.

Il Giro d’Italia in 52 Weekend

Con l’obiettivo promuovere e fare conoscere mete e avvenimenti turistici magari poco noti, ma unici e imperdibili, Weekend-a-gogo ha ideato il progetto “Giro d’Italia in 52 weekend” (www.52weekend.it), un’occasione unica per portare all’attenzione degli italiani le iniziative di promozione del territorio.

Andando al sito web www.52weekend.it, da oggi e fino alla fine del 2014, chiunque potrà segnalare l’evento weekend preferito e votare quelli di altri utenti o le migliori segnalazioni delle aziende di promozione turistica delle nostre regioni. Lo staff di Weekend-a-gogo pubblicherà ogni settimana la Top 10 degli appuntamenti più votati, realizzando poi un reportage del weekend che avrà ottenuto il maggior numero di preferenze, con l’intento di far conoscere a un pubblico più vasto possibile le bellezze e le curiosità imperdibili del Bel Paese.

52 settimane, 52 weekend da non perdere, 52 reportage per tutto il 2014: un’opportunità esclusiva per le località turistiche italiane di far conoscere le loro proposte e la soddisfazione per chi avrà contribuito a evidenziarle, condividendole con altri utenti.

 

Andrea Elastici, CEO di Weekend-a-gogo

Prima di essere CEO di Weekend-a-gogo, Andrea Elestici si è occupato di consulenza strategica nel campo del travel online ed è stato vice-presidente di ValuePartner per l’area e-business consulting. Elestici è stato anche ideatore e CEO di IdeaUP (ebusiness creatvty Lab), fondatore e CMO di Inferentia (di cui ha curato la quotazione nel 2000), CEO di Milan Finance Service del Gruppo Class, fondatore di MuseoVivo, Art&Mass e di un’altra decina di iniziative imprenditoriali

Comments

comments

Powered by Facebook Comments