Start up: in ogni caso seguire la normativa

 

Non capita di rado di doversi confrontare con le normative vigenti, specie quando, in fase di start-up, si sta implementando il proprio locale o ufficio, adibito, per l’appunto, a location dell’attività. La nostra sede avrà dei locali adatti alle tipologie di attività che, in potenza, saranno svolte all’interno di essi, e questo vale anche per le norme da rispettare.

La differenza, ad esempio, tra giovani che intendono avviare una cooperativa o una ditta individuale con sede specifica, oppure ancora tra giovani che si uniscono in associazioni culturali “no profit” e stabiliscono una sede (dove magari verranno attuate iniziative e progetti senza scopo di lucro, ma sempre legati alla “partecipazione” di altri associati), quando si parla di normativa, di assistenza e di impianti elettrici, non è nelle regole.

Infatti, gli impianti elettrici richiedono delle specifiche qualitative che solo elettricisti competenti ed autorizzati possono garantire: al fine di poter svolgere la propria attività in assoluta sicurezza (con impianti elettrici a norma, parzializzati, con quadri generali secondo le normative europee, al risparmio energetico etc. etc.) e di poter iniziare a generare il proprio business nel rispetto del personale attivo, dei potenziali clienti o visitatori, e della loro sicurezza. Inoltre, se ad esempio l’attività in fase di lancio prevede l’utilizzo di apparecchiature specifiche e funzionanti mediante l’impianto elettrico o telefonico, la normativa afferente sarà una specifica, e quella soltanto dovrà essere seguita in ogni sua sfaccettatura.

Il modo ottimale per lanciare un’attività sarà quello di garantirsi: la sicurezza (dei materiali utilizzati e dei macchinari, ma anche del personale attivo o dipendente), il rispetto della normativa attuale (per non incorrere in pesanti penalizzazioni che, ad oggi, sono le cause principali della chiusura affrettata di nuove attività, anche giovanili). D’altronde, partire con il passo giusto conviene. A tutti.

 

Comments

comments

Powered by Facebook Comments