Nasce Formabilio e lancia il primo contest dedicato a Designer (e aspiranti tali)

 

Parte da un piccolo borgo medievale del Veneto l’impresa di due professionisti della comunicazione, milanesi di adozione che, abbandonata la metropoli, hanno deciso di investire – a modo loro- in uno dei comparti più famosi, ed oggi più in crisi, del made in Italy: l’arredamento.

Formabilio srl è una start up che promuove attraverso il web concorsi per idee destinati a designer e aspiranti tali, allo scopo di identificare grazie al coinvolgimento della community di utenti registrati, i migliori prodotti di arredo, in termini di innovazione, sostenibilità e appealing. Questi prodotti saranno realizzati da piccole imprese manifatturiere italiane e commercializzati online sulla piattaforma formabilio.com.
I want it and I want it now! Lo voglio, lo voglio ora, non posso più stare senza! È il tema del primo concorso, lanciato oggi, in occasione della messa online della versione beta di Formabilio.com. Il concorso è aperto a tutti gli appassionati di design purché maggiorenni. La sfida consiste nel candidare un prodotto dal design irresistibile, ispirato ai principi dell’eco-design e pensato per un consumatore internazionale, sempre più consapevole e sensibile ai temi della sostenibilità e avvezzo all’e-commerce. E’ possibile presentare le proposte progettuali entro il 18 febbraio 2013 direttamente da formabilio.com e promuoverle sui Social Network per cercare apprezzamenti. Sarà infatti la Community di Formabilio a votare i progetti in gara selezionando i 10 finalisti, che riceveranno quale riconoscimento per il lavoro svolto: un nuovo iPad al 1° classificato, un iPad mini al 2° e 3° e dal 4° al 10° classificato un iPod shuffle.
Tra i finalisti, Formabilio e le aziende produttrici partner, sceglieranno fino a 5 prodotti da prototipare e mettere in vendita sul sito. Ai progettisti vincitori andranno il 7% delle royalties sull’intero fatturato generato dalla vendita del prodotto al cliente finale.

 


“L’idea di Formabilio nasce da un bisogno personale di ritornare a respirare – dice Maria Grazia Andali, Presidente di Formabilio – Lasciare una città complessa come Milano, a cui restiamo molto affezionati, per trasferirci in un piccolo borgo di duemila anime arroccato sulle colline del Valdobbiadene ha positivamente influito sullo stile di vita e quindi sulla concezione del lavoro. Abbiamo smesso di correre iniziando a guardare le cose dall’alto, da un punto di vista più inclusivo, che comprende la qualità delle relazioni, il rispetto per il lavoro di collaboratori, fornitori e clienti; l’attenzione per l’ambiente e la libertà di prendersi del tempo”.

 


“Siamo una startup che guarda al business e pensa etico – afferma Andrea Carbone, AD – il nostro è un progetto in cui vincono tutti: grazie alla filiera breve progettista-produttore-cliente, gli attori coinvolti da Formabilio avranno il loro giusto ricavo e nel medio periodo i vantaggi riguarderanno anche la collettività, in termini di produzione di ricchezza e generazione di occupazione. Quest’approccio-  prosegue Carbone – ci ha premiati con il consenso di investitori privati, il supporto delle aziende venete che sono diventate partner e della CNA, con l’entusiasmo dei nostri giovani collaboratori che, oltre alla vision, condividono la passione per questo bellissimo territorio”.
“Le prime tre aziende manifatturiere che abbiamo scelto come partner – spiega Andali- hanno un percorso simile: una storia familiare che li ha portati ad operare con passione e impegno, un know-how che si tramanda da diverse generazioni, l’attenzione per la qualità , per le persone, una coscienza ambientale, l’orgoglio di farcela nonostante i sacrifici imposti dalla crisi senza lasciare a casa nessuno.
Formabilio è un progetto corale – conclude Andali- che mette ciascun attore nelle condizioni di fare bene il proprio lavoro. Il risultato, ci auguriamo, sarà un brand che porterà il made in Italy partecipato all’estero attraverso il social commerce ”

Comments

comments

Powered by Facebook Comments