Nuovo look e più funzioni per la piattaforma di AppsBuilder

 

E’ una scommessa che continua quella di AppsBuilder che proprio oggi cambia volto alla propria piattaforma. On-line da circa 2 anni (aprile 2011), apps-builder.com, lanciato dai giovani imprenditori piemontesi Daniele Pelleri (27 anni) e Luigi Giglio (25 anni), si rivoluziona in grande. L’obiettivo è quello di migliorare l’esperienza di navigabilità da parte degli utenti, rendendola ancora più semplice, veloce e immediata, nonché di aggiungere nuove funzionalità in direzione di maggiori possibilità di personalizzazione delle app create.

Il risultato del restyling è una soluzione cloud sempre più flessibile per la creazione di applicazioni native, fruibili su tutti i più diffusi ambienti mobili e sistemi operativi: iPhone/iPod e iPad, smartphone e tablet Android, dispositivi Windows Phone 7.5, Windows 8, e le web app in HTML5 (il mobile web site). Una delle principali novità introdotte è proprio la compatibilità con Windows 8, per cui sulla piattaforma apps-builder.com è garantita la completa gestione dell’intero processo e la pubblicazione automatica sul Windows Store.

Ma la novità forse più rilevante di questo ridisegno della piattaforma AppsBuilder è il potenziamento delle funzioni che consentono la personalizzazione delle app create. Un miglioramento introdotto ascoltando i suggerimenti della community di 300mila sviluppatori registrati, capaci di realizzare ogni mese circa 4500 app. Negli ultimi 6 mesi inoltre, apps-builder.com ha registrato una crescita eccezionale dei download, passati da 1,5 a 3,5 milioni.

 

Daniele Pelleri AD e Co-fondatore di AppsBuilder
Delle novità, fa parte la possibilità di impostare un nome di dominio personalizzato, eliminando totalmente ogni riferimento ad AppsBuilder dalla barra degli indirizzi così che ogni fase della creazione dell’app sia interamente associata al brand dell’utente. Opzione, questa, di particolare interesse per chi sviluppa app che vengono poi rivendute a terzi.

Da segnalare, infine, la possibilità che gli utenti hanno di scegliere tra l’utilizzo di un wizard molto intuitivo, che in 4 operazioni da 5 minuti consente di creare un’app, oppure sfruttare le funzioni più sofisticate disponibili una volta effettuato il log in alla piattaforma.
“Sostanzialmente permettiamo di realizzare app senza conoscere una sola riga di codice. Il nostro compito è quello di facilitare sempre di più il lavoro di chi vuole sviluppare applicazioni mobili per poterle vendere, o di chi ne ha bisogno per il proprio business e non vuole rivolgersi a un programmatore. E’ per questo che abbiamo ottimizzato il sito che ora offre maggiori performance rispetto a prima”, commenta Daniele Pelleri AD e Co-fondatore di AppsBuilder. “Ce lo hanno consentito prima il supporto finanziario e manageriale dei due Angel Investor Massimiliano Magrini e Mario Mariani, poi il milione e mezzo di euro ottenuto da Vertis Venture e ZMV, con cui abbiamo assunto altre figure tecniche e professionisti del marketing per farci conoscere in Italia e all’estero come progetto tutto italiano di successo”.

 

 

AppsBuilder è una realtà tutta italiana, che ha iniziato a prendere forma nel 2010 dalla mente di due giovani allora studenti di ingegneria informatica del Politecnico di Torino: Daniele Pelleri (27 anni) e Luigi Giglio (25 anni), che ad aprile 2011 hanno lanciato ufficialmente la Startup grazie al sostegno iniziale di Massimiliano Magrini (Annapurna Ventures), lead investor dell’operazione, e di Mario Mariani (The Net Value), che li hanno sostenuti nella fase di seeding. Sono stati loro, i due Angel Investor, che hanno convinto i gestori dei fondi Vertis Venture e Zernike Meta Ventures, a finanziare la Startup Internet con un’iniezione di capitale pari a 1,5 milioni di euro (23 ottobre 2012).

Comments

comments

Powered by Facebook Comments