Archivio mensile:Ottobre 2012

Italiacamp: la Lombardia dà il via al Concorso “La tua idea per il Paese”

 

ITALIACAMP: VERSO GLI STATI GENERALI DEL CENTRO NORD

ItaliaCamp Lombardia, sede territoriale dell’Associazione ItaliaCamp, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e 60 università italiane e internazionali, presenta il progetto ItaliaCamp, che ha l’obiettivo di raccogliere idee innovative sul territorio e di costruire le condizioni necessarie per la loro concreta realizzazione.

Fino al 16 novembre sarà possibile partecipare, quindi, alla seconda edizione del concorso “La tua idea per il Paese” iscrivendo sul sito http://wedo.italiacamp.it/le-call la propria idea per la Lombardia. I progetti possono far riferimento a molteplici aree tematiche: impresa e lavoro; politica, istituzioni e PA; ambiente ed energia; infrastrutture; economia e finanza; ricerca e scienza; tecnologia; cultura e sociale. Un autorevole Comitato Scientifico selezionerà, fra tutte le quelle caricate, le 10 migliori idee della regione: gli ideatori prescelti avranno la possibilità di presentare i propri progetti il 1° dicembre 2012 in occasione degli “Stati Generali del Centro-Nord” che si terranno a Verona. L’evento, che si svolgerà presso l’Università degli Studi di Verona, coinvolgerà le 13 regioni del Centro e del Nord Italia, e vedrà la partecipazione di prestigiosi stakeholder, da imprenditori a rappresentanti delle Istituzioni nazionali e locali, da business angel a venture capital. Le idee vincitrici del concorso saranno sottoposte all’attenzione del Governo affinché ne possa favorire la realizzazione. Saranno, inoltre, attivate le ‘Delivery Units’, unità di lavoro per realizzare il ponte tra innovatori e quanti hanno bisogno di innovazione. Gli “Stati Generali del Centro-Nord”, presentati lo scorso 22 ottobre a Verona, nel corso di una conferenza stampa, vedranno tra i propri partecipanti i rappresentanti di tutte le regioni d’Italia.

Nell’ambito della prima edizione del Concorso “La tua idea per il Paese”, ItaliaCamp ha contribuito alla realizzazione di 10 idee, “adottate” ciascuna da partner di progetto. Tra queste, Remocean, progetto nel campo delle tecnologie a supporto della navigazione e della sicurezza, ha ricevuto dal fondo di Venture Capital del Gruppo Intesa Sanpaolo un investimento di circa un milione di euro; “Srl per tutti”, idea che proponeva agevolazioni per le attività imprenditoriali ai minori di 35 anni, è diventata “Srls – Srl Semplificata”, norma di legge inserita all’interno del “decreto sviluppo” del Governo Monti.

IL PROGETTO ITALIACAMP (STORIA E MISSION 2010-2012)

ItaliaCamp rappresenta il frutto associativo di un gruppo di giovani esponenti della società civile tra i 20 e i 35 anni che, partendo da una rete di sessanta università nazionali e internazionali, ha oggi consolidato un innovativo network di idee e progettualità. Nel corso di cinque grandi BarCamp organizzati in Italia e in Europa da ottobre 2010 a maggio 2011 e legati alla prima edizione del concorso “La tua idea per il Paese” (Roma, Lecce, Milano, Napoli, e Bruxelles – presso la sede del Parlamento europeo) sono state presentate più di 700 idee con la partecipazione di circa cinquemila persone. Sia per le tematiche affrontate, che per l’innovativo e precursore approccio di coinvolgimento della società civile nella definizione e valorizzazione del bene pubblico, ItaliaCamp ha riscosso sin da subito un grande successo, mostrandosi esempio di cittadinanza attiva, e meritando il riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha voluto conferire all’iniziativa il Premio di Alta Rappresentanza.


 

Le 10 migliori idee della 1° edizione del concorso vengono premiate il 21 novembre 2011 a Palazzo Chigi – alla presenza del Sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà, Presidente Onorario dell’Associazione ItaliaCamp – e dei partner di progetto di ItaliaCamp impegnati nella loro concreta realizzazione. Dal successo del primo anno di attività dell’Associazione nasce (nel dicembre 2011) la Fondazione ItaliaCamp, presieduta dal Dottor Gianni Letta e dal Dottor Pier Luigi Celli, mentre il Sottosegretario Antonio Catricalà riveste, con Fabrizio sammarco, la carica doi Presidente dell’Associazione ItaliaCamp. Sono Soci Fondatori della Fondazione rilevanti realtà istituzionali e aziendali come: INPS, Ferrovie dello Stato, Poste Italiane Spa, RCS MediaGroup, Sisal SpA, Gruppo Unipol e Wind Telecomunicazioni SpA, che costituiscono il comitato d’indirizzo della Fondazione con Enel Green Power e Fondazione Roma, accomunate dall’intento di sostenere un nuovo processo di innovazione sociale attraverso l’intermediazione della domanda e offerta di ricerca trasferibile, finalizzata alla crescita del nostro Paese. Fattore distintivo di ItaliaCamp è la partnership realizzata con autorevoli Università nazionali e internazionali: una rete collaborativa di 60 atenei da cui sono emerse le oltre 700 progettualità. Il modello ItaliaCamp integra le più innovative logiche di start up, proponendo un nuovo modello di sviluppo basato sulle Delivery Units, definite Italia Units, vere e proprie unità di consegna che si occuperanno di creare le condizioni migliori per la concreta realizzazione delle 10 idee vincitrici: gli ideatori delle 10 idee vincitrici, infatti, non sono stati destinatari di una somma in denaro, ma hanno ricevuto come premio – da parte dei 10 partner di progetto ItaliaCamp – l’impegno (formalizzato in un accordo sottoscritto in occasione dell’evento di premiazione) di “adozione” dell’idea proposta per la concreta realizzazione di questa, secondo le modalità e tempistiche ritenute più opportune. Il 26 marzo 2012, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Presidente Onorario dell’Associazione ItaliaCamp, Antonio Catricalà, lancia presso la sala stampa di Palazzo Chigi, la 2° edizione del concorso “La tua idea per il Paese” e il primo placemente delle idee in Italia, promosso dall’Associazione ItaliaCamp, preannunciando il primo dei 3 barcamp territoriali previsti dalle attività ItaliaCamp 2012: gli “Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa”, dedicato alla società civile delle 7 regioni del Sud (Catanzaro, 30 giugno 2012).

In un momento così delicato per il futuro del Paese, ItaliaCamp vuole dare il suo contributo attivo, favorendo l’emergere di idee e progetti di innovazione sociale, utili all’interesse collettivo. L’obiettivo è generare un nuovo modello di sinergie tra persone, istituzioni e imprese, in uno sforzo collettivo utile al rilancio dell’Italia. ItaliaCamp ha cominciato il proprio percorso a Catanzaro, con gli Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa e proseguirà, dall’autunno in poi, con il centro e il nord Italia, organizzando gli Stati Generali del Centro e del Nord sabato 1 dicembre a Verona.
Il progetto ItaliaCamp – partendo dai BarCamp territoriali sopra menzionati – promuove, quindi, un nuovo modello di interazione tra cittadini, istituzioni e imprese, anche in forma digitale, attraverso il proprio portale, dove è attivo, in modo permanente, il placement delle idee ItaliaCamp: www.italiacamp.it


LA REALIZZAZIONE DELLE IDEE DELLA 1° EDIZIONE DEL CONCORSO

Le 10 idee vincitrici della 1° edizione del concorso “La tua idea per il Paese”sono state adottate da solide realtà aziendali e istituzionali del nostro Paese, quali Ferrovie dello Stato, INPS, Poste Italiane, RCS Mediagroup, Sisal, Unipol, WIND e Intesa Sanpaolo. La loro implementazione e realizzazione rappresenta, quindi, il risultato più concreto con cui raccontare il progetto ItaliaCamp e spiegare le finalità del “placement delle idee”, un luogo fisico e virtuale (www.italiacamp.it) in cui si favorisce l’incontro tra domanda d’innovazione e offerta di soluzioni, siano esse semplici intuizioni, che articolati percorsi di ricerca trasferibile. Delle 10 idee vincitrici due sono già divenute realtà in Italia a distanza di pochi mesi dalla fine dell’edizione 2011 del concorso “La tua idea per il Paese”. La prima realtà, “Srl per tutti”, è nata dall’idea di policy presentata da un giovane ricercatore italo-americano durante uno dei barcamp organizzati nel 2010-2011 dall’Associazione ItaliaCamp e intende permettere ai minori di 35 anni la costituzione di una Srl con un capitale sociale pari ad 1 solo euro. La riprova della realizzazione del progetto è la norma di legge contenuta all’interno del decreto semplificazione e già approvata dal Parlamento con il nome di “Srl semplificata”.

La seconda idea vincitrice della prima edizione del concorso “La tua idea per il Paese” ad essere divenuta realtà è REMOCEAN, nata da uno spin-off del CNR di Napoli nel campo delle tecnologie a supporto della navigazione e della sicurezza marittima. Il progetto è stato presentato dai promotori durante uno dei barcamp, grazie al quale è entrato in contatto con i responsabili del fondo Atlante Ventures Mezzogiorno, di Intesa Sanpaolo che finanzierà lo start-up della Società e lo sviluppo delle attività commerciali, entrando nel capitale sociale e investendo fino ad un massimo di 950 mila €.

STATI GENERALI DEL MEZZOGIORNO D’EUROPA
30 giugno, Teatro Politeama, Catanzaro

Grande BarCamp territoriale (conferenza destrutturata), l’evento si è svolto dalle ore 12.00 presso il Teatro Politeama di Catanzaro sabato 30 giugno e ha coinvolto contemporaneamente le 7 regioni del Sud Italia – Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia – al fine di presentare le migliori idee innovative, iscritte al concorso “La tua idea per il Paese”, sul portale www.italiacamp.it entro il 15 giugno. Delle idee pervenute da ogni regione (trasversali a numerose aree di interesse, quali impresa e lavoro; politica, istituzioni e P.A.; ambiente ed energia; infrastrutture; economia e finanza; ricerca e scienza; tecnologia; cultura e sociale ), il Comitato Scientifico Regionale ne ha selezionate 16 che sono state presentate nella sessione regionale di riferimento degli Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa di fronte al Presidente della Regione e ai Main Barcamper – stakeholder, imprenditori e finanziatori regionali – con l’obiettivo di favorirne la realizzazione. Tra le 16 idee di ogni regione, la giuria presieduta dal Presidente della Regione, ne ha selezionate 2 (1 di business e 1 di policy) che saranno inserite all’interno dell’idea programma per il Sud, che ItaliaCamp sottoporrà al Governo Monti.
L’Associazione ItaliaCamp nell’organizzare l’evento “Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa” si è avvalsa del prezioso supporto delle 60 Università Partner (tra le quali 25 Università del Sud).
Al BarCamp territoriale a Catanzaro hanno partecipato 5 dei 7 Presidenti delle Regioni del sud coinvolte (Stefano Caldoro – Campania, Giovanni Chiodi – Abruzzo, Vito De Filippo – Basilicata, Angelo Michele Iorio – Molise , Giuseppe Scopelliti – Calabria, con la moderazione di Lucia Annunziata) e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà, Presidente Onorario dell’Associazione ItaliaCamp.

STATI GENERALI DEL CENTRO NORD
1 dicembre, Università degli Studi di Verona

A seguito del grande successo di partecipanti (1.200) e di progetti raccolti (700) nel corso degli Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa, ItaliaCamp continua la ricerca di idee di sviluppo per il Paese, nell’ambito della seconda edizione del concorso “La tua idea per il Paese”, organizzando a Verona il 1 dicembre gli Stati Generali del Centro Nord. Attraverso il portale www.italiacamp.it, sarà possibile alla società civile delle 13 regioni del centro e nord Italia – Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto – caricare idee e progetti di sviluppo fino al 16 novembre 2012. Le migliori 10 idee per ciascuna regione verranno, quindi, presentate nel corso degli Gli Stati Generali del Centro Nord, che si terranno sabato 1 dicembre 2012 presso l’Università degli Studi di Verona, alle ore 11.30. Saranno presenti Governatori delle Regioni del centro e nord coinvolte. A seguire, in 12 sessioni di barcamp in contemporanea, i progetti saranno presentati al Governatore della Regione di riferimento e a primarie istituzioni e imprese regionali e nazionali, per favorirne la concreta realizzazione. Per ogni regione, quindi, una giuria presieduta dal Governatore, indicherà le 2 migliori idee (una di business e una di policy) che ItaliaCamp porterà al Governo Monti, inserendole all’interno di un’idea programma per il Centro Nord.
ITALIACAMP LOMBARDIA
Sede territoriale e sessione di barcamp agli “Stati Generali del Centro Nord
ItaliaCamp Lombardia rappresenta la sede territoriale dell’Associazione ItaliaCamp a livello regionale e svolge attività volte a promuovere nell’intera regione i progetti associativi: il concorso “La tua idea per il Paese” (2° edizione) e gli “Stati Generali del Centro-Nord” (conferenza destrutturata prevista sabato 1 dicembre 2012 presso l’Università degli Studi di Verona) dedicati alle 13 regioni del centro – nord Italia, tra cui la Lombardia. Lo sviluppo associativo di ItaliaCamp ha portato, infatti, negli ultimi mesi del 2012, alla creazione di una significativa rete territoriale, con l’obiettivo di generare luoghi e momenti di incontro tra i rappresentanti delle istituzioni locali, del mondo accademico e di quello imprenditoriale, con lo scopo di diffondere il principio di “innovazione sociale”, e di avviare sul territorio un processo di responsabilità e democratizzazione della partecipazione dei cittadini al futuro del bene comune. La sede territoriale ItaliaCamp Lombardia ha, infatti, come principale obiettivo fino al 16 novembre 2012, la raccolta di progetti meritevoli e funzionali alla crescita economica e sociale della regione, legata al concorso “La tua idea per il Paese”. Le 10 migliori idee pervenute dalla Lombardia (iscrizione entro il 16 novembre su http://wedo.italiacamp.it/le-call) e selezionate da un autorevole Comitato Scientifico, saranno infatti presentate nella relativa sessione regionale di fronte al Presidente della Regione e dei Main Barcamper – imprenditori e finanziatori regionali – con l’obiettivo di favorirne la realizzazione. Tra le 10 idee lombarde ne saranno selezionate 2 (1 di business e 1 di policy) da inserire all’interno del programma che ItaliaCamp sottoporrà al Governo Monti. La sessione di barcamp dedicata alla Lombardia si intitola “Verso il Paese delle opportunità”, sottolineando quell’unicum che contraddistingue la regione, ossia la capacità di tenere insieme tutti i componenti del puzzle sociale. L’inversione di tendenza dalla inevitabile crisi sistemica a cui siamo giunti può ripartire da tale concetto, per la Lombardia e non soltanto: da quelle imprese che sono in grado di fondere etica e business, e da quelle associazioni che – sussidiariamente – fanno da collante tra le tante anime creative del Paese e che fanno emergere risorse inimmaginabili anche da aree di bisogno. La Lombardia è la porta d’accesso verso l’Europa e verso il Mediterraneo, è il crocevia dove la crisi può diventare combustibile per un nuovo sviluppo, dove la finanza ritorna ad agire come fluidificante per un sistema produttivo in carenza d’ossigeno e dove i lavoratori trovano nuovi stimoli per aiutare da protagonisti il management a costruire il futuro, con decisioni più partecipate e più competenti. È il terreno fertile per facilitare il dialogo tra le componenti sociali. Il Nuovo Risorgimento, per “liberare” l’Italia dalla propria ignavia e trasformarla in un Paese di Opportunità, Bellezza e Felicità, parte dalla conoscenza, dalle idee progettuali in ogni area, che si integrano in quel crogiolo unico che è stata la Lombardia.

Le app semplificano la vita e sostengono il business, lo afferma un sondaggio di Hotwire

Alessia Bulani, country manager di Hotwire Italia

 

Hotwire Italia, agenzia globale di comunicazione e PR integrate, ha realizzato una ricerca tra gli operatori e i professionisti della comunicazione interattiva e digital per indagare quale sia la percezione dello stato del mercato delle app in Italia.

99 intervistati su 100 ritengono che nel nostro Paese questo mercato non sia ancora totalmente sviluppato. Di questi più della metà, pari al 51%, ne considera il livello di sviluppo a uno stadio pressoché iniziale. Si riscontra, però, una diffusa positività per il futuro tanto che 61 intervistati su 100, infatti, concordano nell’affermare che il mercato delle app evolverà integrandosi sempre più alle altre forme di comunicazione, acquisendo un ruolo importante nella strategia di business aziendale. Solo il 9% esprime dubbi e perplessità affermando che l’Italia non è ancora pronta a recepire efficacemente questi nuovi strumenti.

Nella classifica degli ambiti in cui le app potranno avere maggiore potenziale di crescita vengono elencati al primo posto i giochi con il 24% delle risposte, al secondo i social network con il 22% e al terzo posto l’intrattenimento con il 17%, seguiti poi da utility e news.

Il forte ruolo giocato dai social network sembra, quindi, incidere notevolmente anche nel mondo delle applicazioni perché queste sono viste come uno strumento fondamentale per restare sempre connessi con il proprio network, permettendo aggiornamenti in tempo reale. Il tutto a supporto di un tacito claim secondo cui le applicazioni mobile facilitano la vita.

Dai dati della ricerca emerge chiaramente, infine, il prevalere di un focus di carattere personale sia sulle motivazioni di utilizzo che sull’offerta. Il mercato professionale è quindi ancora meno saturo e potenzialmente più ricco di opportunità?

Il nostro sondaggio mette in luce che le app restano per ora legate soprattutto alla sfera dello svago e del tempo libero” afferma Alessia Bulani, country manager di Hotwire Italia. “Lo smartphone accorcia i tempi e gli spazi e oggi non è più pensabile non poter sfruttare le opportunità offerte dalla mobilità, sia per scopi professionali che di divertimento. Quello che va però sottolineato è che le app, presentando un potenziale ancora poco sfruttato sul fronte utenza business, possano essere un ambito in cui investire ed essere quindi viste dalle aziende come una chiave di crescita”.

Hotwire è un’agenzia di comunicazione e relazioni pubbliche internazionale volta a supportare le aziende più innovative nella creazione e gestione della propria reputazione in un contesto di influenzatori in continuo mutamento. Hotwire è strutturata in aree di specializzazione che forniscono campagne di comunicazione integrate ai mercati consumer, digital, corporate e public affair. Oltre a Hotwire, il  gruppo comprende le agenzie 33 Digital, Skywrite e CPR.

Per ulteriori informazioni: www.hotwirepr.it

Successo di pubblico per la 1° edizione Salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza Alimentare

 

Chiude questo pomeriggio i battenti la 1° edizione del Salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza Alimentare, che si è tenuto a Milano presso la Società Umanitaria.

I numeri registrano circa 700 iscritti agli incontri rivolti innanzitutto a tecnici dell’alimentazione, ma anche a semplici consumatori. Vasta la compagine di patrocinatori, promotori e sponsor che annovera 30 organizzazioni, provenienti tra l’altro anche da punti diversi dell’Italia a dimostrazione che Milano e Alimentazione sono ormai un binomio inscindibile. Tra gli altri si segnalano i patrocini di Expo 2015 e Fao e l’adesione del Presidente della Repubblica.

“La manifestazione è nata in risposta ad un’esigenza presentataci dal mondo della ricerca e dal mondo della impresa. – ha dichiarato Andrea Mascaretti, Presidente di BIC La Fucina e Direttore Generale di Agenzia di Sviluppo Milano Metropoli , organizzazioni che con Società Umanitaria hanno ideato il Salone – Abbiamo voluto aprire canali di comunicazione ulteriori tra realtà che spesso parlano linguaggi diversi. Il risultato ci ha premiato, avvalorando la nostra formula che unisce momenti istituzionali a momenti estremamente tecnici”.

Tra i protagonisti della due giorni vanno segnalati il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia che ha rimarcato “Milano è pronta ad assumersi impegni, a realizzarli in vista di Expo 2015, che non sarà una grande fiera ma un luogo di ricerca e sviluppo economico” e l’On. Guido Podestà “E’ necessario ridurre carenze e migliorare la qualità dei cibi. Qui al Parco Sud di Milano tuteliamo biodiversità e promuoviamo il km zero”.

L’eterogeneo pubblico partecipante agli incontri ha potuto approfondire i temi più vari. Con l’intento di capire cosa mangiamo e cosa mangeremo si è trattato infatti di sostenibilità ambientale, genomica e biotecnologie, frodi, DNA controllato, alimentazione e territorio, meta cluster, filiere di prossimità, chimica… e di tanto altro.

Sponsor dell’iniziativa è BASF
Con il contributo di Confcommercio

Patrocinatori: Fao; Expo 2015; Direzione Generale Agricoltura di Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano, Unioncamere Lombardia, varie Regioni italiane (Abruzzo, Calabria, Lazio); Rappresentanza di Milano della Commissione Europea


Con il supporto del progetto europeo Clusters Cord; Central Europe

Centri di ricerca promotori;
Parco Tecnologico Padano, l’Università degli Studi di Milano Dipartimenti di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente e di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica, l’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria del Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani, il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari, l’Ordine dei Tecnologi Alimentari Regione Lombardia e Liguria, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna “Bruno Ubertini”.

Associazioni e fondazioni promotrici:
Federchimica, Confagricoltura, Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, Fondazione Agraria Felice Ferri.

Aggiornamenti sul Salone, materiali da consultare, immagini e video sono e saranno disponibili sul sito www.ilsalonedellasicurezzaalimentare.it


Come cambia il commercio nell’era smartphone

 

www.paymentduepuntozero.com – L’Evento italiano su NFC & Mobile Payment
dedicato al mondo del commercio, turismo e servizi.

Il 21% degli Italiani usa esclusivamente il contante, il 62% usa le carte di pagamento e il 19% si dichiara ben disposto ad utilizzare i Mobile Payments. Il 79 % possiede almeno una carta di debito, credito o prepagata.
Il 30% degli italiani si dice pronto ad abbandonare del tutto il contante a favore della moneta elettronica, ritenuta “veloce e comoda”.
Oltre ai dati delle ricerche di mercato, quali i vantaggi, le tecnologie più promettenti, i contesti in cui adottare con successo nuove forme di pagamento?

 

L’EVENTO

Organizzato da Innovability, PAYMENT 2.0 è un appuntamento realizzato in collaborazione con Asseprim – Associazione Servizi Professionali per le Imprese, Unione del Commercio, Turismo, Servizi e Professioni della Provincia di Milano, Lodi, Monza e Brianza e CATTID – Centro di ricerca dell’Università La Sapienza di Roma quale Partner Scientifico.

PAYMENT 2.0, l’evento dedicato alle nuove frontiere dei pagamenti. è un’ esclusiva occasione d’incontro tra la domanda e l’offerta per presentare le nuove modalità di pagamento a disposizione del mercato e dove parlare delle esigenze operative suffragate da testimonianze di successo.

L’unico evento che parla direttamente e unicamente alle aziende utenti che presto dovranno utilizzare queste nuove tecnologie di pagamento mobile.
Si offre così ai partecipanti l’opportunità di conoscere le innovazioni dei sistemi di pagamento nell’era 2.0 con soluzioni concrete e disponibili sul mercato, nell’ambito della conferenza e dell’area dimostrativa.

Focus su Pagamenti online, Mobile Payment, Contactless Payment
e applicazioni basate su NFC

Con la partecipazione di:

Umberto Bellini, Presidente, Asseprim
Aldo Mario Cursano, Vice Presidente Vicario, FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi e Presidente, FIPE Toscana
Donatella Prampolini Manzini, Vicepresidente, FIDA – Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione e Presidente Confcommercio Reggio Emilia
Luca Squeri, Presidente, FIGISC – Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti
Rappresentanti Associazioni Confcommercio
Imanuel Baharier , Direttore generale, VeriFone Italia
Massimo Damiani, Amministratore,Softwork
Massimiliano De Carolis, Head of Business development, Mobile Payments and Mobile ADV, Vodafone Italy
Gianluigi Ferri , CEO, Innovability
Chiara Frigerio, Segretario Generale del CeTIF – Centro di Tecnologie Informatiche e Finanziarie e Docente di Organizzazione Aziendale, Università Cattolica di Milano
Alice Moroni, Coordinatrice gruppo di Ricerca NFC e Mobile, CATTID “Sapienza” Università di Roma
Serena Sposato, CEO, Aliena

PER CONSULTARE L’AGENDA E REGISTRARSI CLICCATE QUI

La partecipazione è gratuita, sino ad esaurimento dei posti
ma riservata agli operatori

Digital Magics lancia 56CUBE, incubatore di startup innovative per il sud

 

56CUBE, venture incubator di startup innovative nel settore internet, nasce all’interno dell’incubatore milanese Digital Magics, e ne ripropone il modello unico nel Mezzogiorno. 56CUBE affianca i talenti e i giovani imprenditori, aiutandoli a trasformare le proprie idee originali in aziende di successo, accelerandone lo sviluppo.

La sede della società è a Fisciano (SA), a pochi metri dall’Università degli Studi di Salerno, con cui ha instaurato una forte sinergia e ne condivide competenze e conoscenze per dar vita all’ecosistema territoriale dell’innovazione.

56CUBE sarà protagonista, con una presentazione il 7 novembre (Open Space Agorà Business Devils ore 17:00), della quarta edizione del TechnologyBIZ 2012, l’evento dedicato all’ICT e all’innovazione, presso la Mostra D’Oltremare di Napoli.

56CUBE ha il duplice ruolo di venture capitalist, che offre il primo finanziamento in fase seed alle startup innovative, e di incubatore, fornendo servizi che coprono diverse aree: dalle risorse umane allo sviluppo prodotto (strategia e tecnologia), dalla finanza al marketing, dall’amministrazione alla logistica, offrendo anche un supporto manageriale per accelerare il processo di crescita delle aziende incubate. 56CUBE accompagna anche la nuova azienda alla ricerca di capitali e investitori privati per i round successivi (venture capitalist e operatori industriali). Lo scopo di 56CUBE è quello di accelerare lo sviluppo di imprese dai contenuti innovativi ad alto valore tecnologico, che possano svilupparsi nel mercato digitale italiano.


Le prime due startup incubate all’interno di 56CUBE saranno: You-ng, progetto di editoria indipendente direttamente finanziato dagli utenti e fondato da Germano Milite, e SkillMe, network digitale di professionisti fondato da Danila Autuori.

Questo investimento in Campania si aggiunge a quello appena annunciato di 4w MarketPlace, startup innovativa incubata da Digital Magics, che ha appena ricevuto un finanziamento di 2,5 milioni di euro da Principia SGR, per rafforzare il reparto tecnologico di ricerca e sviluppo.

Con 56CUBE ci rivolgiamo a tutti i creatori del Sud Italia che abbiano una business idea innovativa nel settore internet, e che abbiano voglia di fare impresa nella digital economy italiana”, ha dichiarato Gennaro Tesone, Fondatore e CEO di 56CUBE, “Grazie alle competenze condivise con l’Università di Salerno e con Digital Magics, saremo in grado di sviluppare modelli di business di successo e relazioni importanti non solo con il territorio, ma anche a livello nazionale, a cominciare dal TBIZ. Organizzeremo una conferenza di presentazione e parteciperemo con uno stand (Padiglione N°6) e un workshop. Siamo stati anche coinvolti in maniera attiva nell’iniziativa ‘Business Devils’, rivolta alle startup campane che avranno la possibilità di esporre le proprie idee in una vetrina prestigiosa come il TechnologyBIZ”.

Il digitale rappresenta il futuro per il nostro Paese: è un settore in forte espansione con moltissime opportunità di crescita e sono tanti i giovani innovatori che propongono progetti validi”, dichiara Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics, “Potenzialmente il digitale, startup comprese, potrà contribuire alla metà della crescita del PIL italiano. Dal 2008 con Digital Magics operiamo come incubatore di imprese, riceviamo circa 500 proposte ogni anno. Il Sud ha un grosso potenziale, ancora inesplorato, sia in termini di talenti e di professionalità che in margini di crescita del mercato”.


Da salernitano posso dire che questa città è sempre stata una fucina di idee e di creatività”, afferma Edmondo Sparano, Partner di Digital Magics e Responsabile del Progetto 56CUBE, “Un incubatore come 56CUBE può diventare un centro di aggregazione di talenti e di competenze per lo sviluppo di tutto il Sud Italia. Siamo convinti che per arginare la ‘fuga dei cervelli’ la prima cosa da fare sia offrire la concreta possibilità di cambiare le cose, creando nuove opportunità di lavoro e fornendo le risorse che mancano”.